Preso il capobanda della baby gang incubo di Pomigliano, con 11 rapine all’attivo

03 dicembre 2016



NAPOLI - A Pomigliano d'Arco e nelle aree circostanti erano diventati un vero e proprio incubo. Una baby gang, dedita alle rapine, si è resa responsabile di 11 colpi tra supermercati, farmacie e distributori di carburante dalla fine del 2015 in poi. Una lunga striscia di atti delinquenziali che ha portato le forze dell'ordine a stringere il cerchio intorno al gruppo di giovani criminali. A febbraio scorso i carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna hanno arrestato quattro minori componenti di una banda, ma le indagini non si sono fermate.

Arrestato "Lucignolo"

Gli inquirenti sono arrivati fino all'apice della baby gang. P.D.M., 20 anni, è stato arrestato oggi. Soprannominato "Lucignolo", era colui che dirigeva i raid ed esortava 'i suoi', tutti minorenni, a commettere rapine. Nel gruppo criminale era il leader e non esitava a convincere i giovanissimi a delinquere, facendo leva sul loro orgoglio. «Se non lo fai, non sei uomo», diceva ai potenziali componenti della banda. Ora è agli arresti domiciliari: le indagini hanno accertato il suo coinvolgimento in tutte le 11 rapine.

© Riproduzione riservata