Mercoledi 20 settembre 2017 09:38

Morto il 63enne travolto a Quarto da uno scooter pirata. L’appello della famiglia: «Chi ha visto parli»
Ancora nessuna traccia dei due giovani investitori che subito dopo l'incidente si sono dati alla fuga

04 gennaio 2017



QUARTO (Na) - E' deceduto questo pomeriggio il 63enne investito a Quarto lo scorso 22 dicembre da uno scooter con a bordo due giovani, fuggiti subito dopo l'incidente e a tutt'oggi non ancora identificati dagli inquirenti. L'uomo, cancelliere presso il tribunale di Napoli, stava attraversando via Gandhi quando fu travolto dal motociclo e trasportato d'urgenza all'ospedale Santa Maria delle Grazie. La situazione era apparsa da subito molto grave a causa dei numerosi traumi e delle fratture multiple riportate dallo sfortunato 63enne, che in questi tredici giorni non ha mai ripreso conoscenza.

Con la sua morte si aggrava ulteriormente la posizione dei due pirati della strada, probabilmente minorenni: l'accusa è di omicidio stradale. I carabinieri di Quarto stanno ascoltando le testimonianze dei passanti e degli automobilisti presenti al momento dell'incidente per risalire all'identità dei due investitori. Dal canto suo la famiglia del 63enne ha rivolto un appello a coloro che hanno assistito all'incidente, invitandoli a collaborare con le forze dell'ordine.

© Riproduzione riservata