Venerdi 17 agosto 2018 10:47

Sparatoria in pieno centro a Napoli, ferita una bimba di 10 anni e 3 immigrati

04 gennaio 2017

NAPOLI - Sparatoria a Napoli in via Annunziata, nei pressi del mercato della Maddalena, poco dopo mezzogiorno. Quattro persone, tra cui una bambina di 10 anni, sono rimaste ferite. Con lei colpiti tre extracomunitari, trasportati all'ospedale Loreto Mare. La piccola, raggiunta da un colpo di pistola a un piede, è stata trasferita all'ospedale pediatrico Santobono. Nessuno dei feriti è in gravi condizioni.

Pista racket

La sparatoria sarebbe una ritorsione maturata negli ambienti del racket. Questa mattina, infatti, un commerciante extracomunitario, titolare di una bancarella di borse e pellami, avrebbe avuto un violento alterco con un esattore della malavita locale. Dinanzi al rifiuto di pagare il pizzo, l'uomo sarebbe tornato sul posto con una gang armata di mazze e bastoni. Gli altri extracomunitari presenti sul posto sarebbero intervenuti in difesa della vittima. A quel punto qualcuno ha estratto una pistola, facendo fuoco quattro volte. Sul posto è intervenuta la Polizia che, con l'ausilio della Scientifica, sta tentando di ricostruire la dinamica della sparatoria. Finora non sono state rinvenute macchie di sangue o ogive. Si attende di setacciare i filmati degli impianti di videosorveglianza nelle vicinanze per ottenere elementi utili alle indagini.

De Luca: «È inaccettabile»

«Riteniamo intollerabile e odioso questo episodio che ha colpito anche una bambina nel cuore di Forcella. E' un fatto gravissimo, ben oltre le prime rassicuranti notizie che arrivano dal Santobono. Siamo vicini con affetto e solidarietà alla bimba e alla sua famiglia. Con l'accertamento dei fatti, auspichiamo che vengano individuati e puniti i responsabili»: questa la dichiarazione ufficiale del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, sulla sparatoria avvenuta nella tarda mattinata a Forcella nel corso della quale è stata ferita a un piede una bambina di dieci anni e sono stati raggiunti da colpi di arma da fuoco tre extracomunitari. Per il governatore è l'occasione di ribadire quanto sia centrale il tema della sicurezza e assicurare: «Continueremo, mantenendo gli impegni assunti, a estendere nella città gli impianti di videosorveglianza».

© Riproduzione riservata