Domenica 24 settembre 2017 23:05

Minacce e abusi sessuali, il Tribunale di Nola lo condanna a sei anni di galera

04 marzo 2017



NOLA (NA) - Ha ottenuto giustizia dopo essere stata minacciata di morte, picchiata e violentata nottetempo dall'ex, nell'abitazione mentre il figlio della coppia, che ora ha 2 anni, dormiva. Il Tribunale di Nola, in provincia di Napoli, ha inflitto sei anni di reclusione ad un barbiere di 32 anni, già condannato per rapina lo scorso anno. La vittima è una donna di 35 anni, che abita nel Napoletano, che per mesi ha vissuto un vero e proprio incubo.

I fatti

La donna aveva deciso di lasciare il suo compagno perché rivelatosi un violento: centinaia di telefonate, tutti i giorni, scenate di gelosia che spesso sfociavano in aggressione. Fino a un sabato dello scorso mese di settembre quando il 32enne, alle 04:00 del mattino, si è recato a casa dell'ex, per l'ennesima scenata. A quel punto, la donna, per evitare che l'uomo svegliasse l'intero caseggiato, gli ha aperto la porta di casa inconsapevole della violenza che avrebbe subito. Il 32enne, infatti, l'ha trascinata nell'abitazione, l'ha picchiata e, mentre il bimbo dormiva, in un'altra stanza, l'ha violentata sul divano.

© Riproduzione riservata