Lunedi 23 ottobre 2017 08:05

Napoli, consigliere della prima municipalità aggredito e picchiato in strada




NAPOLI - Brutta disavventura per Alberto Boccalatte, consigliere della prima municipalità aggredito e picchiato in strada da due uomini col volto coperto da un casco integrale mentre rientrava a casa all'Arco Mirelli nella serata di ieri. L'episodio è stato raccontato dallo stesso Boccalatte in un lungo post pubblicato qualche ora dopo l'aggressione sul suo profilo Facebook. «Stavo tornando a casa - spiega il consigliere - Appena avevo fermato la mia auto quando sono stato avvicinato da due giovani in moto e con il viso nascosto dal casco: "Sei tu Boccalatte" mi ha detto uno di loro e quando ho risposto di  si é sceso dal motorino e mi ha dato una testata, ferendomi con il casco che ancora indossava. Poi é risalito in moto e sono scappati via. Ancora sotto choc ho chiamato i miei familiari che mi hanno portato presso l'ospedale Fatebenefratelli dove mi hanno medicato e dato una prognosi di sette giorni». L'aggressione viene descritta dal consigliere come l'ennesimo atto intimidatorio ricevuto in seguito alle denunce presentate nei confronti dei parcheggiatori abusivi della zona: «Non è la prima intimidazione che subisco - racconta Boccalatte -  Prima sono arrivati ​​i biglietti minatori poi le ruote del motorino bucate, quindi strani graffi sulla macchina Fino all'aggressione di stasera. Io sono certo che le persone oneste a Napoli sono 1000, anzi 10mila volte più numerose dei delinquentelli e quindi come continuerò io, senza farmi intimidire, così tantissimi altri ogni giorno operano onestamente e credono nella giustizia e nell'onestà.Solo cosí si vincerà e finalmente a Napoli potremo uscire tranquillamente di casa». © Riproduzione riservata