Napoli, il Comune ha approvato nuovi toponimi intitolati a Simonetta Lamberti e a Maurizio Estate

04 luglio 2017



NAPOLI - E' deciso. Napoli avrà due strade dedicate a Simonetta Lamberti e a Maurizio Estate, entrambi vittime innocenti della criminalità organizzata.

A stabilirlo la commissione toponomastica del Comune di Napoli presieduta dal sindaco Luigi de Magistris, alla presenza dell'assessore Alessandra Clemente.

Ancora una volta è emersa la sensibilità della commissione nell'esprimere parere favorevole anche alla richiesta di intitolare oltre alle due strade a Simonetta Lamberti, 11 anni, uccisa nel 1982 a Cava de' Tirreni di ritorno dal mare insieme al padre, allora procuratore di Sala Consilina e vero obiettivo dell'agguato, e al 23enne Maurizio Estate ucciso nel 1993 all'interno del proprio autolavaggio in via Vetriera a Chiaia per aver sventato uno scippo ai danni di un cliente, alle vittime del treno Rapido 904 ai quali sarà intitolata un'area nei pressi della Stazione Garibaldi.

Ma non solo, la commissione toponomastica ha espresso anche parere favorevole all'intitolazione di strade a Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti, a Concetta Barra, a Pasquale Saraceno e all'apposizione di una targa alla memoria di Matilde Serao presso la Galleria Umberto in corrispondenza del civico 27 dove era ubicata la sede de "Il Giorno", giornale che diresse per 23 anni e di una targa commemorativa per Sir Robert Baden Powel, fondatore dello scoutismo.

© Riproduzione riservata