Mercoledi 20 settembre 2017 07:40

Caso Ruben, l’ultimatum del prefetto «Se non ci sarà una risposta all’invito-diffida rivolto al sindaco, pronta ad annullare la trascrizione»




NAPOLI - «Se non ci sarà una risposta positiva all'invito-diffida rivolto al sindaco, provvederò d'ufficio ad annullare la trascrizione». Lo ha detto il prefetto di Napoli Gerarda Pantalone in merito al caso della trascrizione dell'atto di nascita del bimbo figlio di due madri. L'atto è stato trascritto dall'ufficio dello Stato civile del Comune lo scorso 30 settembre e il termine in cui l'amministrazione comunale deve rispondere alla diffida della Prefettura è fissato per domani, 5 novembre. Il prefetto ha poi ribadito che «con il sindaco Luigi De Magistris non esiste alcuna incrinatura. Sulla questione svolgo solamente i miei doveri in materia di vigilanza sullo Stato civile degli enti locali affinché vengano attuate le norme secondo disposizione di legge. Ognuno agisce nell'adempimento delle proprie funzioni. Lo so io e lo sa il sindaco». Il prefetto è arrivato a questa conclusione dopo settimane di studio sul caso. Decisione presa anche in linea con la recentissima sentenza del Consiglio di Stato che boccia la trascrizione delle nozze gay celebrate all'estero «con la motivazione che in Italia sono validi solo i matrimoni tra persone di sesso differente». © Riproduzione riservata