Lunedi 25 settembre 2017 13:34

E’ nuovamente emergenza barelle al Cardarelli «Siamo oltre il collasso»




NAPOLI - E' nuovamente emergenza barelle al pronto soccorso del nosocomio più grande del Mezzogiorno: l'ospedale Cardarelli. La riorganizzazione dei turni di lavoro, prevista dalla normativa europea del 2003 che  impone a chi lavora nella sanità un tetto di 48 ore settimanali con un riposo di 11 ore ogni giorno, non ha fatto altro che peggiorare le condizioni, già precarie, di chi è in degenza al Cardarelli. «Non si riusce più a camminare nemmeno tra le barelle» lamentano i sanitari che fanno lo slalom tra le queste disposte nei corridoi. Almeno 30 se ne contano allineate. «Abbiamo bisogno di una proroga, di sospendere per altri sei mesi l’entrata in vigore della legge europea così come hanno fatto in Basilicata» ha dichiarato un primario di chirurgia di urgenza. «È una situazione indecorosa, così si mortifica la dignità dei pazienti e della loro privacy, violata continuamente e calpestata in un momento delicato della vita quando si è malati. Seguire le terapie è un disagio incredibile sia per i pazienti che per i malati. Siamo oltre il collasso», denunciano i sanitari. In effetti lavorare con le barelle in corsia mette a dura prova il lavoro di medici ed infermieri e la pazienza del ricoverato sottoposto ad un'assistenza medica non più riservata dove anche la semplice somministrazione dei farmaci potrebbe urtare la sensibilità del degente. Niente privacy, niente paravento tra le barelle posizionate anche in prossimità degli ascensori. E nel frattempo, mentre il pronto soccorso del Cardarelli assomiglia sempre più ad un ospedale da campo di guerra a Palazzo Santa Lucia ieri si è tenuto il primo faccia a faccia tra il fronte dell’intersindacale della dirigenza medica e i delegati del governatore Vincenzo De Luca sui temi del governo della Salute dove si è arrivati a dare il via ad accorpamenti, riconversioni, razionalizzazioni ed eliminazione di sprechi e duplicazioni sebbene la Regione Campania punti a sbloccare il turn-over.