Domenica 17 dicembre 2017 20:36

Non solo Alberto Angela, il fascino di Napoli in prima serata sulla BBC

05 gennaio 2017



LONDRA - In poltrona, si parla di Napoli. Mercoledì sera, in prima serata, è andata in onda su Bbc One la prima puntata di Italy’s Invisible Cities, il nuovo format della tv di Stato inglese dedicato al fascino e ai misteri delle città italiane. Il primo appuntamento è stato dedicato a Napoli. Il conduttore Alexander Armstrong e lo studioso Michael Scott, professore associato di classici e storia antica presso l'Università di Warwick, hanno mostrato al pubblico inglese i segreti della "capitale del Mezzogiorno".

Il fascino misterioso della Napoli sotterranea

La puntata è stata incentrata sulle migliaia di cunicoli disseminati nel sottosuolo di Napoli, a partire dal "Tunnel borbonico" di via Domenico Morelli. «I greci - spiega Scott in un'intervista al Guardian - costruirono gallerie dove avevano bisogno ma non erano molto interessati ad andare sottoterra. La Napoli sotterranea nacque durante l'epoca romana. Siamo abituati a pensare alle città come ciò che vediamo al di sopra del suolo, ma qui ci sono vie sotterranee e migliaia di anni di strati spesso inesplorati e non mappati».

Tunnel e scorpioni

La sortita partenopea della Bbc potrebbe essere il primo passo verso una mappatura della Napoli del sottosuolo, misteriosa e nascosta. «Spesso sono state esplorate solo in alcune parti, ma le mappe 3D e i dati grezzi che abbiamo consegnato agli archeologi locali sono il primo vero tentativo di ricostruire il puzzle della Napoli del sottosuolo», prosegue Scott. Per la coppia non sono mancate le emozioni forti. «In un cunicolo sotterraneo ho incrociato un piccolo scorpione - rivela lo studioso -. Era uno spazio molto ristretto, e tutto quello che ho pensato è che gli scorpioni più piccoli sono i più velenosi. Ho trascorso molto tempo immobile, fissandolo minaccioso fino a quando non è andato via».

© Riproduzione riservata