Martedi 22 agosto 2017 01:39

Napoli, chiude il Palastadera: non ha i certificati antincendio

05 marzo 2017



NAPOLI - A seguito di un controllo dei Vigili del Fuoco il palazzetto dello sport del quartiere di Poggioreale, il Palastadera, è stato dichiarato inagibile a causa dell'assenza della scia anti incendio. Un provvedimento che dà inizio a una corsa contro il tempo, per poter restituire in tempi quanto più brevi possibile la struttura ai circa 500 giovani sportivi che la frequentano.

«L’impianto è stato costruito nel ’98 con la legge 219 e inaugurato dal sindaco Bassolino che fece una convenzione con il Coni per la gestione, il quale a sua volta lo ha girato alla Federbasket, che lo ha poi fatto gestire ai club» ha detto a Il Mattino Roberto Errichiello, presidente del Real Napoli Basket, che dal 2013 ha preso in gestione il palazzetto dello sport.

Ma la convenzione con il Coni è scaduta l'anno prima dell'arrivo di Errichiello al Palastadera e non è stata mai rinnovata, il che ha creato una vacatio burocratica «Secondo il Comune di Napoli, il Coni non ha mai restituito l’impianto - ha continuato Errichiello - Resta il fatto che noi abbiamo proseguito con le attività, almeno fino all’altro giorno, quando i vigili hanno chiuso l’impianto dopo le verifiche successive a un esposto presentato da un privato».

Un vero e proprio smacco, quello della chiusura del palazzatto, che oltre a rappresentare un rallentamento per i giovani che abitualmente frequentano la struttura, si configura come uno stop alla resa di un servizio pubblico che va avanti ormai da quattro anni «Sono un assistente sociale del Sert - spiega Errichiello - dunque aiutare il prossimo è il mio pane quotidiano. In questi anni abbiamo dato spazio gratuito alle cooperative sociali per i pazienti con problemi psichici o ai bambini di case famiglia. Ovvio che per tutti gli altri, ovvero i praticanti di basket, pallavolo, ginnastica, tennistavolo o i frequentatori della palestra con gli attrezzi, esista una retta. Perché io pago un canone al Comune - ha sottolineato il presidente del Real Napoli Basket - che resta proprietario dell’impianto».

© Riproduzione riservata