Martedi 22 agosto 2017 09:08

Terremoto all’ospedale Ruggi di Salerno, mazzette per saltare le liste d’attesa. Quattro medici arrestati




SALERNO - Terremoto all'ospedale Ruggi di Salerno dove a seguito di un'inchiesta dei carabinieri del nucleo investigativo di Salerno, quattro medici, alcuni dei quali in servizio all'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno, sono destinatari di provvedimenti cautelari per concussione. Secondo gli inquirenti avrebbero chiesto mazzette per accorciare i tempi di attesa degli interventi chirurgici. L'inchiesta, avviata nel mese di maggio 2015 dopo la denuncia presentata ai carabinieri dal parente di una paziente ricoverata, sottoposta a un intervento alla testa e poi deceduta, ha così fatto emergere un sistema utilizzato dai medici per aggirare le liste d'attesa per gli interventi sui pazienti ammalati: versando somme di denaro per accelerare i tempi. In sostanza, da quanto emerso dalle indagini, i medici effettuavano gli interventi chirurgici modificando le liste d'attesa, in cambio di soldi. Nove i casi accertati dalla Procura di donazioni di denaro, con somme che andavano dai 1500 ai 60mila euro. Tra le patologie delle persone operate metastasi cerebrale, problemi spinali, meningioma, neoplasia cerebrale. © Riproduzione riservata