Sabato 23 settembre 2017 05:54

Napoli. Furti di auto con “cavallo di ritorno”, in manette due evasi dai domiciliari

05 aprile 2017



NAPOLI - Erano destinatari di un'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emanata dal gip di Napoli in seguito alla violazione del divieto di dimora in Campania emesso al termine di un'inchiesta su furti di auto e motoveicoli denominata "Febbre da cavallo", ma sono stati sorpresi più volte dalle forze dell'ordine in territorio campano. Sono finiti così in carcere Nicola Iannaccone e Antonio Laurato, rispettivamente di 35 e 25 anni,  entrambi localizzati e arrestati a Secondigliano dai carabinieri della stazione Quartiere 167.

L'indagine che li vede coinvolti si è conclusa lo scorso 27 febbraio con 43 ordinanze di custodia cautelare emesse nei confronti di altrettanti soggetti ritenuti membri di una banda criminale di Scampia specializzata nel cosiddetto "cavallo di ritorno", ovvero nel furto di vetture seguito da richieste in denaro alle vittime per riottenerle.

© Riproduzione riservata