Giovedi 23 novembre 2017 05:55

Rapina in casa per la figlia di Zinzi a Caserta, torture e violenze dai ladri




CASERTA - Sgomento per la violenta rapina in casa subita da Mara Zinzi, figlia dell'ex presidente della Provincia di Caserta, Domenico. La donna è stata aggredita, malmenata e legata da un gruppo di ladri ha fatto irruzione nella sua abitazione. La donna era tra le mura domestiche, in via Giotto a Caserta, quando  in casa sono entrati i rapinatori, animati da una ferocia inumana. Con lei c'era anche la figlia, una bambina di tre anni. Neanche la presenza della piccola ha fermato la furia criminale dei ladri che, dopo due ore da incubo per mamma e figlia, sono scappati via con tutto quello che hanno razziato in casa. La donna, dopo essersi riuscita a slegare, ha allertato il fratello Gianpiero, neo eletto consigliere regionale di Forza Italia, che ha allertato i soccorsi e le forze dell'ordine. Per lei è stato obbligatorio il trasferimento in ospedale dove i medici hanno riscontrato tumefazioni su varie parti del corpo. Sul fatto indagano i carabinieri. © Riproduzione riservata