Venerdi 22 settembre 2017 17:24

Distrutto il club Juventus di Caivano: raid e petardi contro la sede

05 giugno 2017



CAIVANO (NA) - Distrutto nella notte il club Juventus a Caivano, in provincia di Napoli. Mentre dopo la sconfitta della Juventus con il Real Madrid, nella finale Champions di Cardiff, in alcuni centri della provincia di Napoli e in diverse strade del capoluogo partenopeo esplode la festa, a Caivano, invece, la rivalità sportiva ha preso il sopravvento permettendo al senso civico di cedere il passo al teppismo.

La devastazione al club bianconero è stato immortalato in un video, pubblicato prima da Metnews.it.

Un uomo si è arrampicato sul balcone del club bianconero, poi è entrato nella sede del club devastando tutto quello che ha trovato e lanciando dalla finestra le coreografie. Non contento, ha anche divelto l’insegna sul balcone.

Severo il commento del consigliere Francesco Emilio Borrelli e di Gianni Simioli de La Radiazza che su Facebook hanno scritto: «I veri tifosi del Napoli non devastano e non usano il calcio per sfogare il loro istinto di teppisti. Basta con il permissivismo verso i delinquenti travestiti da tifosi se non vogliamo altri morti innocenti come Ciro Esposito».

«La passione dei tifosi e l’amore per una squadra di calcio può portare anche a festeggiare per la sconfitta di una squadra da sempre odiata, ma tutto deve restare nell’alveo del lecito mentre atti di pura violenza devono essere denunciati e condannati - continuano - Il video pubblicato da MetNnews che mostra la devastazione del club Juventus Caivano, già preso di mira con petardi, non può non avere conseguenze. Le forze dell’ordine devono identificare chi s’è arrampicato fino al primo piano per distruggere le coreografie installate dai tifosi juventini, rischiando lui stesso la vita». 

© Riproduzione riservata