Martedi 19 settembre 2017 22:47

Abbandono di cani e gatti, è emergenza anche a Napoli




Con l'avvicinarsi dell'estate e delle vacanze c'è ancora chi abbandona gli animali sui cigli delle strade e Napoli, in questo triste primato, detiene il record di crudeltà ed inciviltà. Une vera e propria emergenza è quella che affiora. Con dati alla mano, forniti da diverse associazioni di volontari e dalle Asl veterinarie, in media nei mesi di luglio e agosto si è avuto l’incremento di almeno il 50% di quattro zampe lasciati generalmente nei pressi del canile, ma anche in giro per le strade cittadine legati ad un palo o ad un albero. Tuttavia l'emergenza è nazionale. Secondo le stime di Lav (Lega anti vivisezione) «ogni anno in Italia sono abbandonati una media di 80mila gatti e 50mila cani, più dell’80% dei quali rischia di morire in incidenti, di stenti o a causa di maltrattamenti. Le punte massime di animali abbandonati si registrano nel periodo estivo (25-30%), quando la partenza per le vacanze pone il problema della presenza di un quattro zampe. L'abbandono - viene ricordato - è un reato punito con l’arresto fino a un anno o con una multa fino a 10.000 euro». Per fermare questo fenomeno che non rende giustizia a se stessi e agli amici a quattro zampe, è importante che ognuno di noi si prenda le proprie responsabilità e che denunci alle forze dell'ordine i colpevoli. Qualora non siano noti, allora si raccolgano tutti gli elementi necessari ad individuare i responsabili dell'abbandono (numero di targa, etc..). Solo così contribuiremo a far applicare le sanzioni previste dalla legge e a fermare gli abbandoni. © Riproduzione riservata