Sabato 16 dicembre 2017 02:35

All’ospedale Cardarelli arriva il bed manager per dire addio al ‘fenomeno barelle’




NAPOLI - «Far sparire le barelle dal reparto di Medicina d'urgenza non è stata una trovata propagandistica. L’obiettivo del presidente De Luca, è forte e chiaro: al Cardarelli zero barelle, sempre. Lui ha avvitato una rivoluzione che ha gia' portato a cambiamenti ritenuti impensabili sino a qualche tempo fa, ora bisogna consolidare questo percorso di cambiamento. Per questo stamattina ho firmato una delibera che istituisce la figura del "bad manager" aziendale, al quale viene assegnato il compito di organizzare e gestire il flusso di pazienti per la riduzione dei tempi di attesa al Pronto Soccorso e quindi per il contenimento del 'fenomeno barelle'». Così il direttore generale dell'ospedale, Ciro Verdoliva, che, assieme ai neo direttori Franco Paradiso e Anna Iervolino, ha reso operativa questa prima grande rivoluzione per una gestione del nosocomio che metta al centro di tutto il paziente, la sua salute e il suo benessere. Il bed manager del Cardarelli è il dottor Ciro Coppola, dirigente medico dell'ospedale. La dirigenza fa sapere che l'istituzione di tale figura non comporterà alcun onere aggiuntivo per le casse del Cardarelli. Si tratta infatti di un'attribuzione che rientra nell'ambito di quelle che sono già competenze proprie e specifiche della Unità Operativa Dipartimentale Gestione Rischio Clinico, Qualità, Emergenza. «La decisione di istituire un bad manager - spiega il dg Verdoliva - è legata all'esigenza di fronteggiare la situazione di iperafflusso di pazienti al Pronto Soccorso che periodicamente si viene a determinare nel sistema di emergenza-urgenza della città di Napoli. Come ho detto al momento del mio insediamento, il Cardarelli deve valorizzare le eccellenze e per raggiungere l’eccellenza dei processi è necessario introdurre metodologie tese ad unificare e rendere più efficiente il modo di lavorare». © Riproduzione riservata