Donazione degli organi sulla carta d’identità, il Consiglio comunale di Napoli approva la mozione del M5S




NAPOLI - Approvata, nel corso del Consiglio comunale odierno avente ordine del giorno l’approvazione della manovra di bilancio previsionale, con parere unanime la mozione del Movimento 5 Stelle, a prima firma di Francesca Menna, portavoce pentastellata al Comune di Napoli, che impegna l’amministrazione partenopea a rendere possibile la registrazione della volontà dei cittadini napoletani in merito alla donazione degli organi all’atto del rilascio e del rinnovo della carta d'identità. «E' con grande emozione che presento questa mozione che dedico a mio padre - ha dichiarato la Menna - che primo in Italia effettuò un trapianto di cornee e che mi ha trasmesso il valore dell’impegno sociale, del lavoro e della sanità pubblica». La portavoce del M5S ha poi aggiunto: «La donazione di organi e tessuti rappresenta un atto di solidarietà verso il prossimo, un gesto di grande civiltà e un segno di profondo rispetto per la vita. La possibilità di avere l’indicazione all’assenso, in vita, consente poi di superare tutte le difficoltà che inevitabilmente gravano sui familiari emotivamente colpiti dalla perdita di un proprio caro». Oltre all’indicazione per la donazione di organi, la prossima carta d’identità conterrà anche quella del gruppo sanguigno del titolare. © Riproduzione riservata