Sabato 25 novembre 2017 08:48

Napoli, insulti sessisti ad una vigilessa: scatta la denuncia




NAPOLI - È ancora polemica attorno alla pagina Facebook di stampo umorista, Sesso, droga e pastorizia, ma questa volta non è Selvaggia Lucarelli ad alzare un polverone, bensì il comandante della polizia municipale di Napoli, Ciro Esposito, e l'assessore Alessandra Clemente. La formula delle accuse, però, non cambia: sessismo e insulti, questo è risultato essere ancora una volta il motivo per cui la pagina è finita al centro di un'accesa polemica. Nel mirino dell'internet questa volta è finita la foto di una giovane vigilessa napoletana, immortalata mentre svolgeva il suo lavoro, e pubblicata sulla pagina di Sesso droga e pastorizia, sotto la quale si sono susseguiti diversi insulti di stampo sessista. Un fatto che naturalmente non poteva lasciare il corpo della Polizia Municipale indifferente, così come non lo sono stati i sindacati e i colleghi della giovane agente, che hanno preparato una denuncia per diffamazione nei confronti del gestore della pagina. Il capo della delegazione sindacale trattante del Csa, Roberta Stella, ha divulgato un comunicato di solidarietà alla collega: «Un gruppo Facebook già assurto alla ribalta della cronaca in drammatici episodi che hanno visto umiliate delle donne ha postato una foto scattata di soppiatto e senza alcuna autorizzazione di un’agente donna intenta allo svolgimento della viabilità per poi renderla oggetto di gravissimi insulti volgarissimi e sessisti - si legge nel documento -  Nell’esprimere piena e totale solidarietà alla lavoratrice, chiediamo di alzare il livello di guardia contro un pesante rigurgito di aggressioni alla donna, alla sua dignità, alle conquiste sociali e alla libertà di autodeterminazione. Chiediamo al comando di intervenire con immediatezza per tutti gli atti di competenza e all’amministrazione di porre la gravità del tema. Il Csa ha dato mandato ai propri legali di valutare le azioni legali necessarie».

© Riproduzione riservata