Venerdi 18 agosto 2017 06:59

Corteo a Napoli contro le mafie con De Magistris, il sindaco: «Governo non fa nulla»




Napoli scende in strada contro la camorra. "Un popolo in cammino contro le mafie", la manifestazione tenutasi stamattina in città, ha visto la partecipazione di tante persone, provenienti da parti diverse della società civile. Studenti, aderenti a centri sociali e collettivi, esponenti dell'associazionismo e di realtà parrocchiali, parroci dei quartieri periferici e del centro storico di Napoli sono partiti da piazza Dante, attraversando il centro per arrivare in piazza Plebiscito, sotto il palazzo della Prefettura. A capo del corteo, il sindaco di Napoli. «Questa manifestazione è bella perché non ci sono istituzioni calate dall'alto  - ha dichiarato De Magistris - ma ci sono persone che ogni giorno lottano contro la camorra. Il Governo non fa nulla, e quel poco che fa, lo fa per metterci in difficoltà su Bagnoli come su altri temi, con i tagli ma non ci lamentiamo, abbiamo capito che il futuro è nostro e ce lo prenderemo». A suo fianco, a completare la rappresentanza del Comune di Napoli, l’assessore Alessandra Clemente. Oltre de Magistris e la Clemente, tanti volti noti e persone che hanno vissuto sulla propria pelle la violenza e la morte. Antonio Loffredo, parroco di Santa Maria alla Sanità, l’Imam Abdullah Cozzolino, il padre e gli amici di Genny Cesarano, il 17enne ucciso alla Sanità lo scorso 6 settembre in un agguato e Antonella Leardi, la mamma di Ciro Esposito, morto  in seguito agli scontri della finale di Coppa Italia del 2014. Il corteo si è concluso intorno alle 13 con l'arrivo al palazzo della Prefettura dove i manifestanti hanno consegnato un documento per chiedere più scuola, più sicurezza e più diritti e una maggiore attenzione nei confronti del disagio minorile che continua ad investire la città. La lettera, indirizzata al Governo, è stata consegnata da Giovanni Catenna, il 29enne ferito per errore in piazza Sanità durante un agguato di camorra lo scorso 14 novembre. © Riproduzione riservata