Martedi 24 aprile 2018 17:58

Camorra, sequestrata azienda casearia appartenente a un esponente dei Casalesi

06 febbraio 2017



NAPOLI - Gli uomini dei Carabinieri del Ros e del comando provinciale di Caserta hanno eseguito quest'oggi un'ordinanza di sequestro di beni emesso dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, su sollecito della Dda di Napoli. Il destinatario del provvedimento è G.D., 55enne coinvolto nel processo Azimut, avviato all'indomani della cattura di Michele Zagaria per ricostruire l'intera attività criminale dei casalesi.

In particolare, a esser stata posta sotto sequestro è un'azienda casearia, con annesso un allevamento di bufali, attiva a Francolise, nel Casertano. Unitamente alla società, sono stati sequestrati anche 19 ettari di terreno e 500 capi di bestiame per un valore di 2 milioni e 700 mila euro, già soggetti a un sequestro preventivo attuato il 10 novembre del 2015 a opera del reparto Anticrimine di Napoli.

Gli inquirenti, oltre ad aver appurato che i beni fossero in disponibilità indiretta di G.D., hanno scoperto che a lui erano intestati anche una carta di credito e un conto corrente bancario, oltre a essere autorizzato a compiere operazioni su altri due conti, di cui uno si sarebbe fatto risalire a sua sorella, già intestataria dell'azienda casearia sequestrata dai militari.

© Riproduzione riservata