Sabato 25 novembre 2017 06:28

Napoli, Galleria Umberto I ostaggio di baby gang e spacciatori: la denuncia dei commercianti

06 febbraio 2017



NAPOLI - La Galleria Umberto I di Napoli è sempre più ostaggio di teppisti e baby gang. Dopo le partite di pallone, le scorribande con i motorini e i recenti assalti alle luminarie natalizie, le aree interne dello storico monumento sembrano essersi trasformate in una vera e propria piazza di spaccio, come confermano le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza. «Le riprese mostrano quello che accade ogni giorno - denunciano commercianti e residenti della zona - Si fuma, si spaccia e tutto avviene anche alla luce del sole, senza alcun controllo o azione di repressione. Da tempo denunciamo questo stato di cose ma non accade mai nulla. Le istituzioni cittadine sembrano essere sorde alle nostre grida di legalità».

Da mesi, infatti, i comitati cittadini del territorio chiedono l'intervento del Comune affinchè si ponga fine allo stato di abbandono e degrado in cui versa la galleria. «La prossima settimana - ha annunciato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli - avremo un nuovo incontro con il vice sindaco di Napoli Del Giudice, per verificare a che punto è l'attuazione del programma che ci si era prefissi nel corso della precedente riunione alla quale erano presenti anche rappresentanti del comitato spontaneo nato tra i commercianti e i residenti della galleria stessa. A questo punto è chiaro come non sia più il caso di perdere tempo».

 

© Riproduzione riservata