Martedi 24 ottobre 2017 04:24

Bacoli-Casoria. Aggressione a tre calciatori ospiti, finiscono in ospedale




BACOLI - Questo non è calcio. Tre calciatori del Casoria sono stati aggrediti da un gruppetto di facinorosi, sostenitori dell'avversaria di giornata, la Sibilla Bacoli. Il fatto è avvenuto al termine del match valido per il campionato di Prima Categoria, giocato al Tony Chiovato di Bacoli. I violenti - non paghi della vittoria per 2-0 - gli hanno teso un'imboscata mentre, a bordo di una automobile, stavano per lasciare lo stadio. A colpi di mazza hanno danneggiato l'auto, costringendoli a scendere. Lì si è scatenata la follia: giù botte sui tre malcapitati. Due sono stati feriti alla testa, uno ha riportato una costola incrinata. I tre aggrediti sono stati costretti a ricorrere alle cure mediche presso l'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli. Il Casoria calcio, in una nota, ha rivolto durissime accuse alla tifoseria ospite. «Facile pensare  - si legge nel comunicato - che chi abbia compiuto un simile indegno gesto fosse lo stesso gruppetto che pochi minuti prima, a partita terminata, ha scavalcato le recinzioni che dividono spalti e rettangolo verde, tentando di avvicinarsi allo spogliatoio ospite. Tutto mentre in campo cameraman, dirigenti e stampa svolgevano il loro lavoro». Per la società ospite, l'aggressione «è soltanto la punta dell'iceberg, il finale di un film cominciato molto prima». «Dal settore dei tifosi di casa - accusano dal Casoria -, durante l'intero arco del match, c'è stato un ripetuto lancio di sputi e oggetti (bottigliette e mazze) nei confronti del settore ospiti». Il sindaco di Bacoli, Josi Della Ragione, ha preso posizione tramite un post su facebook. «Condanno fermamente, da sindaco ed amante dei sacri valori dello sport, episodi di teppismo, verificatesi fuori dallo stadio, ad oltre un'ora dalla fine della gara, che hanno coinvolto tre tesserati del Casoria. Un evento per cui chiediamo, e siamo certi verrà fatta, al più presto chiarezza. Poiché nulla ha che fare con il calcio e, soprattutto, con l'alto senso civico che da sempre contraddistingue la nostra meravigliosa Bacoli. Siamo un grande popolo, ed oggi lo abbiamo dimostrato», scrive il primo cittadino bacolese. © Riproduzione riservata