Martedi 22 agosto 2017 03:49

Suicidio Tiziana Cantone, il fidanzato nei guai: i pm chiedono il giudizio
La Procura di Napoli ha chiesto il giudizio immediato per Sergio di Palo, fidanzato di Tiziana Cantone

06 marzo 2017



NAPOLI - La Procura di Napoli ha chiesto il giudizio immediato di Sergio Di Palo, fidanzato di Tiziana Cantone, con le ipotesi di reato di calunnia e falsa denuncia. Sulla richiesta di giudizio immediato dovrà pronunciarsi il gip al quale sono stati trasmessi oggi gli atti. Le ipotesi di reato arrivano in seguito alle accuse da parte dei due fidanzati, rivelatesi infondate, nei confronti di cinque persone indicate come responsabili della diffusione in rete dei video e alla falsa denuncia presentata dalla Cantone di smarrimento dell'Iphone allo scopo, secondo gli inquirenti, di impedire che si accertasse che l'invio dei video ad una chat privata fosse stata effettuata dallo stesso telefonino.

Secondo la Procura di Napoli i video di Tiziana Cantone erano destinati alla diffusione su una chat privata in cui ci si scambiava video a luci rosse, quindi la ragazza non sarebbe stata "coartata" per farsi riprendere. Non è stato possibile ancora accertare da chi quei filmati furono poi inseriti in alcuni siti porno, causando gravissime conseguenze psicologiche nella Cantone tanto da indurla al suicidio.

Tra le ipotesi di reato nei confronti di Sergio Di Palo va ad aggiungersi anche un accesso abusivo al sistema informativo: pare che il ragazzo abbia consultato un esperto per distruggere alcuni dati dalla rete.

© Riproduzione riservata