Peace and Sports sul lungomare. C’era anche la mamma di Ciro: «Non mi fermeranno»




NAPOLI - Mattinata all'insegna dei valori della pace e dello sport sul lungomare. Grande successo per "Peace and Sports", il flash mob organizzato in occasione della giornata Onu della pace e dello sport dall'associazione Milleculure, che unisce i grandi campioni dello sport napoletano. Patrizio Oliva, Franco Porzio e Gianni Maddaloni sono solo alcuni degli sportivi che hanno preso parte all'evento. Il flash mob ha rappresentato l'occasione per prendere una posizione chiara contro gli striscioni apparsi allo Stadio Olimpico in occasione di Roma-Napoli. La condanna delle offese alla mamma di Ciro, presente anch'essa sul lungomare, è stata ferma da parte di tutti i partecipanti. «Parlerò sempre di pace ed inviterò sempre a vivere lo sport come una grande festa. Gli striscioni di due giorni fa allo stadio Olimpico hanno offeso me e la figura di mio figlio, ma lo sport è un altra cosa. Lo sport è passione ed amore e proprio questo continuerò a testimoniare con la mia associazione» ha spiegato a Il Mattino Antonella Leardi. Sulla stessa lunghezza d'onda anche Patrizio Oliva, «Queste sono cose che vanno fermate assolutamente e nel più breve tempo possibile" conclude Patrizio Oliva, queste persone vanno allontanate dagli stadi perché il loro comportamento va contro i principi di una società civile. Tutti noi sportivi siamo vicini a mamma Antonella che rappresenta l'amore e la forza che sono i principali sentimenti che animano i veri sportivi» ha dichiarato l'ex campione di pugilato. © Riproduzione riservata