Mercoledi 23 agosto 2017 08:10

Notte di paura per un imprenditore e la sua famiglia a Bacoli, violenta rapina in casa




BACOLI (NA) - È avvenuto tutto nella notte fra sabato e domenica: un gruppo di cinque persone straniere - probabilmente di nazionalità rumena - si è intrufolato dentro casa di un noto imprenditore di Cappella. Erano circa le 4 del mattino quando, entrando dalla finestra, al secondo piano di un condominio, il gruppetto ha iniziato a fare razzia di contanti e gioielli, mentre i padroni di casa dormivano beatamente, senza accorgersi minimamente di nulla. A svegliare la vittima sono state, però, le grida del figlio, che rincasava assieme al cugino a bordo di una Range Rover, dopo una serata passata fuori con gli amici. Il ragazzo, entrando nel cortile del condominio, si sarebbe imbattuto nel gruppo di ladri che l'hanno circondato e picchiato con violenza, infilandosi nell'auto e scappando via. L'imprenditore è sceso immediatamente dall'abitazione per soccorrere il figlio che perdeva sangue dalla testa. Ha così chiamato i Carabinieri e il 118, che si sono recati subito sul posto per prestare i primi soccorsi. Il ragazzo, colpito alla testa probabilmente con una delle rudimentali armi che i facinorosi si erano portati dietro, ha riportato un trauma cranico, escoriazioni e ferite di lacero contuso. Intanto, gli uomini delle forze dell'ordine hanno avviato le indagini raccogliendo le testimonianze delle persone coinvolte per tentare di ricostruire la dinamica dei fatti. Queste verranno poi incrociate con le registrazioni delle telecamere di sorveglianza poste in zona, che dovrebbero aver ripreso la macchina bianca di grossa cilindrata sulla quale sono fuggiti i ladri. Probabilmente non è il primo colpo della banda: fatti analoghi sono stati registrati anche in altre zone di Bacoli e nel vicino comune di Monte di Procida. ©Riproduzione riservata