Sabato 18 novembre 2017 07:09

Bimba uccisa e violentata a San Salvatore Telesino, si infittisce il mistero: nessuna traccia di dna sugli abiti




SAN SALVATORE TELESINO (BN) - Si infittisce il mistero sulla morte della bimba di origini romene violentata ed uccisa a San Salvatore Telesino, in provincia di Benevento, lo scorso 19 giugno: non ci sarebbero tracce di liquidi biologici sulle parti intime e sugli indumenti ritrovati a bordo vasca. A rivelarlo è il legale dei genitori della vittima che ha preso parte a Roma agli accertamenti dei carabinieri del Ris. «Nei prossimi giorni - aggiunge l'avvocato - i militari del Ris analizzeranno altri abiti della piccola custoditi a casa dei genitori. Crediamo che chi ha violentato ed eventualmente ucciso la bambina potrebbe aver usato precauzioni per evitare di lasciare tracce di dna». Continuano, intanto, senza sosta le indagini degli investigatori, coordinati dal procuratore di Benevento, Giovanni Conzo, che hanno effettuato nuovi sopralluoghi sul luogo dell'omicidio e nell’abitazione dove la bambina viveva con i genitori. © Riproduzione riservata