Venerdi 18 agosto 2017 03:23

Dolce e Gabbana prendono possesso di Napoli, tra lungomare e Quartieri Spagnoli




NAPOLI - Si parla solo di loro. Domenico Dolce e Stefano Gabbana sono arrivati a Napoli. Domani il via agli eventi in città per il trentennale della loro maison. Dolce & Gabbana, uno dei marchi italiani più famosi nel mondo. Hanno scelto il capoluogo partenopeo per festeggiare, consigliati da Sophia Loren, la madrina della quattro giorni partenopei. Un connubio, quello tra Napoli e D&G, che inizia lo scorso anno. Uno spot, poi uno shooting fotografico. I due stilisti si invaghiscono delle atmosfere decadenti e retrò del centro storico partenopeo, forse l'unico in tutta Europa ad essere sfuggito alle logiche della gentrificazione. Ora saranno anfitrioni e sovrani della città per 96 ore, tra sfilate, strade chiuse e cene di gala. ENTRAMBI A NAPOLI - Domenico Dolce è arrivato ieri in città. Stamattina, poco prima di pranzo, ha fatto il suo ingresso al circolo Rari Nantes in via Partenope. E' lì che è stato fissato il quartier generale della quattro giorni D&G. Una veloce ricognizione dell'open space d'alta moda creato nelle stanze lussureggianti del circolo. Fuori, sulla strada, un'insegna luminosa "Dolce & Gabbana" per richiamare l'attenzione. «Napoli è la città più glamour e moderna d'Italia», dice Dolce ai cronisti. E' vestito con bermuda, maglietta bianca e occhiali da sole: semplice e fresco, come si addice alla canicola estiva. Anche Stefano Gabbana ha scelto questo abbigliamento. E' arrivato oggi, a differenza di Dolce, e immediatamente ha fatto capolino ai Quartieri Spagnoli. Non ci hanno messo niente a riconoscerlo e sono partiti foto, selfie, sorrisi e strette di mano. In giro su un motorino, ha visitato anche i graffiti dedicati al trentennale realizzati dall'artista Roxy in the Box. DOMANI IL VIA - Da domani, però, si fa sul serio. Partono le sfilate, gli eventi e gli incontri di gala. Prima tappa a Villa Pignatelli, per una sfilata. A proposito, un piccolo inconveniente si è verificato oggi all'ingresso della storica residenza della Riviera di Chiaia. Il Tir che trasportava il materiale per il vernissage, inizialmente, non è riuscito ad entrare sotto l'arco di ingresso della Villa. Manovre su manovre, prima dell'idea risolutiva: spostare delle fioriere. A quel punto l'accesso è riuscito. I preparativi possono cominciare. © Riproduzione riservata