Martedi 22 agosto 2017 09:06

Napoli, gioca alle slot machine con il figlio. La denuncia di Borrelli dei Verdi: «Bisogna impedirne l’uso ai minori»




NAPOLI - Un post che farà discutere quello pubblicato dal consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli sulla sua pagina Facebook riguardante un genitore intento a guardare il figlio giocare alle slot machine. La nota, a firma dello stesso Borrelli e dei consiglieri comunali, Stefano Buono e Marco Gaudini, accusa il fatto che «trovare le slot machine dovunque spinge genitori inadeguati e incoscienti a insegnare ai figli, ai bambini, a giocare d’azzardo o comunque li fanno crescere con la consapevolezza che si possa e si debba giocare per far soldi».

Il video è stato girato a bordo di un traghetto della Caremar di collegamento all'isola di Ischia. «Le immagini - si legge - confermano, qualora fosse necessario, che siamo in piena emergenza e che bisogna porre rimedio almeno facendo rispettare le leggi che impediscono il gioco ai minorenni e il proliferare delle sale gioco e delle sale slot, come sta facendo il Comune di Napoli che ha imposto orari di apertura e chiusura e limitazioni, proprio per ridurre il rischio di ludopatie. E, a tal proposito, è importante che il Comune, pur ascoltando le legittime posizioni dei gestori delle sale gioco, non si faccia intimorire da minacce di licenziamento e altri mezzi del genere e difenda la propria scelta le parole del presidente del Consiglio dei Ministri, Renzi, che ha garantito misure tese a togliere le slot da bar e tabaccherie, una misura giusta visto che, ormai, sono rimasti davvero pochi i posti dove non ci sono, se si escludono i cimiteri. Bisognerebbe fare in modo che - concludono Borrelli, Buono e Gaudini - le slot e il gioco d’azzardo in genere non fosse a portata dei minorenni e quindi fosse limitato in appositi spazi a cui non possano accedere».