Lunedi 11 dicembre 2017 17:47

Il corso di laurea in medicina alla Federico II è in inglese, il battesimo dal prossimo anno accademico




NAPOLI - Ci sono grosse novità per la facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Napoli Federico II: dal prossimo anno sarà possibile frequentare il corso di Medicina in lingua inglese. La notizia arriva a quattro giorni dalla firma del Ministro dell'Università per dare avvio ai lavori. Sono solo sette gli atenei italiani che hanno attivato un corso del genere, e Napoli è protagonista una seconda volta - dopo una prima esperienza avviata con la Sun. Paola Izzo, docente ordinaria di Biochimica alla Federico II, sarà il coordinatore didattico del corso che sarà attivo già dal prossimo anno accademico e ha commentato così la buona riuscita del progetto «Il corso di laurea in lingua inglese si inserisce nel programma di internazionalizzazione dell'ateneo con l'obiettivo prioritario di attirare studenti stranieri in una università con una tradizione secolare ed un prestigio che va oltre i confini nazionali. Data la nostra collocazione geografica, ci rivolgiamo soprattutto agli aspiranti medici del bacino del Mediterraneo. Ma l'offerta didattica in inglese può interessare anche i giovani italiani più proiettati verso un lavoro all'estero.» Un lavoro che mira all'internazionalizzazione della facoltà di Medicina partenopea, che metterà a disposizione 55 posti per gli studenti stranieri, ai quali - promette la Izzo - dovranno essere offerte «non solo le lezioni, ma anche servizi che facilitino la loro permanenza qui, ad iniziare dalle residenze. Ci stiamo lavorando, sia come ateneo che come Scuola di Medicina». Per ora è certo solamente che il corso si avvarrà di uno staff di docenti leggermente diverso, che unirà le discipline di base a quelle mediche. Il prossimo 16 settembre si terranno le prove di ammissione - composte da 60 quesiti - in Italia, Buenos Aires, Dubai, Arabia Saudita, Cina, Quatar e Cipro. Il resto delle informazioni sarà disponibile fra qualche giorno, sul sito attualmente in fase di ultimazione. L'approvazione dell'attivazione di un corso di laurea in lingua inglese fa parte di una serie di decreti che sono stati firmati nei giorni scorsi dal Ministro per l'Università, che prevedevano anche il taglio di 470 posti alle facoltà di Medicina, a livello nazionale, attribuendo alle facoltà campane un totale di 1006 posti. Questi ultimi, suddivisi a loro volta, fra la Federico II e la Sun - 430 posti - e l'Università di Salerno - 146 posti - nei quali sono compresi anche quelli per il corso di laurea in inglese. A Salerno è stata anche attivata una facoltà di Odontoiatria, che  aprirà le porte ad 11 candidati, che in Campania si aggiungeranno ai 24 della Sun e ai 33 della Federico II. Le prove per il corso in questione si svolgeranno l'8 settembre su tutto il territorio nazionale e sarà possibile iscriversi dal 6 al 23 luglio dal sito UniversItaly. ©Riproduzione riservata