Giovedi 17 agosto 2017 19:16

Omicidio Matarazzo: in attesa degli esami del Dna, i funerali a Piedigrotta

07 dicembre 2016



NAPOLI - Sono iniziati questa mattina nel laboratori della polizia scientifica di Napoli, gli esami sui reperti acquisiti dalla Procura nell'ambito delle indagini sull'omicidio di Vittorio Materazzo, ucciso la sera del 28 novembre sotto casa in viale Maria Cristina di Savoia.

L'imprenditore è stato ucciso con trentacinque coltellate, un brutale omicidio di cui c'è solo un indagato: il fratello al quale nei giorni scorsi sono stati prelevati due campioni salivari dai quali verrà estratto il Dna, che poi verrà comparato con alcuni bulbi piliferi ritrovati sotto le unghie della vittima durante l'autopsia.

Nel frattempo che le indagini proseguono, si terranno questo pomeriggio alle 15:00 nella chiesa di Santa Maria a Piedigrotta i funerali dell'ingegnere. Le esequie saranno in forma privata per volere dei familiari.

Articoli correlati

Omicidio a Chiaia, è ancora mistero sull'assassino dell'ingegnere sgozzato sotto casa. Continuano le indagini
Omicidio a Chiaia, il killer aveva il casco. Matarazzo ripeteva: «Mi uccideranno»
Omicidio a Chiaia, indagato il fratello di Vittorio Matarazzo
Omicidio a Chiaia, parla Luca Matarazzo: «La morte di papà ha segnato la mia rovina»
Omicidio a Chiaia, conclusa l’autopsia: Vittorio Matarazzo ucciso con 35 coltellate
© Riproduzione riservata