Giovedi 17 agosto 2017 19:33

Corruzione al Pascale, il direttore ai pazienti: «Continueremo a lavorare per garantire servizi di qualità»

08 marzo 2017



NAPOLI - All'indomani dei sette arresti per corruzione nelle forniture all'interno dell'Istituto Nazionale Tumori il direttore generale del Pascale, Attilio Bianchi, si rivolge ai pazienti in una lunga lettera in cui esprime profondo rammarico per le vicende che hanno travolto la struttura di cui è responsabile. «Sono qui con i vostri medici e gli operatori del Pascale - si legge nella missiva - Siamo tutti profondamente scossi dalle vicende di questi giorni che, comunque, saranno oggetto di chiarimento nelle sedi opportune. Comprendiamo il vostro sgomento, la vostra indignazione, il vostro turbamento. E le vostre incertezze».

Il manager fornisce ampie rassicurazioni ai pazienti che affollano quotidianamente le corsie dell'ospedale in merito alle cure e ai servizi sanitari offerti dal nosocomio. «Vogliamo rassicurarvi che tutti i trattamenti sono sempre eseguiti secondo i più attuali e innovativi protocolli internazionali e i relativi standard di qualità; che il nostro lavoro è finalizzato alla continuità nelle cure in tutti i settori dell’Istituto e che continueremo a perseguire ogni giorno la nostra missione, che è quella di garantire il percorso di cura e di assistenza utile al miglior risultato terapeutico».

© Riproduzione riservata