Sabato 23 settembre 2017 07:43

Napoli, pregiudicato ai domiciliari «sono stato rapito e malmenato»




NAPOLI - Picchiato e sequestrato da tre sconosciuti entrati di soppiatto nella casa dove stava scontando i domiciliari e poi ferito da un colpo di pistola durante il tentativo di fuga. Questa la versione raccontata da un pregiudicato di 34 anni di Ponticelli alla polizia quando gli è stato chiesto di spiegare le modalità del ferimento e giustificare la sua assenza da casa durante un controllo. L'uomo la scorsa notte si è presentato la notte scorsa nella clinica Villa Betania di Ponticelli con una ferita d'arma da fuoco al polpaccio sinistro che gli ha procurato la frattura della tibia. Ha raccontato di essere stato malmenato e poi sequestrato e condotto in un altro appartamento da tre sconosciuti che erano entrati nella sua abitazione- A questo nel suo tentativo di fuga uno dei tre banditi gli avrebbe sparato contro raggiungendolo al polpaccio. La polizia, che ritiene poco credibile la versione dei fatti fornita dal pregiudicato, sta indagando per scoprire la verità su cosa è realmente accaduto la notte scorsa. © Riproduzione riservata