Rapina in casa di Mara Zinzi, svolta nelle indagini: basista la vecchia colf


CASERTA - C'è una svolta nelle indagini sull'aggressione choc in casa di Mara Zinzi, figlia dell'ex presidente della provincia di Caserta. Secondo gli inquirenti della squadra mobile di Caserta coordinati dalla procura di Santa Maria Capua Vetere, a fare da basista sia stata una donna. Si tratta della vecchia colf di casa Zinzi, di nazionalità ucraina. Al momento la donna è in stato di fermo. Inoltre secondo gli investigatori i  banditi, tre persone di nazionalità lituana, arrivavano da Napoli. © Riproduzione riservata