Razziavano ricci di mare a Forio d’Ischia, scoperti due pescatori di frodo




ISCHIA - Stavano pescando ricci di mare, facendone incetta nelle acque antistanti la Chiesa del Soccorso a Forio. Due pescatori sportivi di frodo, in seguito a una segnalazione, sono stati messi in fuga dalla Guardia Costiera. Alla vista dei militari, se la sono data a gambe, lasciando sul posto  gli attrezzi utilizzati, svariati barattoli in corso di riempimento ed un totale di 150 ricci di mare. Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro amministrativo, il prodotto ittico, ancora in ottimo stato di conservazione è stato rigettato in mare tramite mezzo nautico in un punto distante da luogo dell’accertamento. Com’è noto, ricorda la Guardia Costiera in una nota, la pesca sportiva del riccio di mare può essere praticata soltanto in apnea, con l’ausilio di un coltello e guanti con il palmo rinforzato. E’ assolutamente vietato il prelievo di più di 50 esemplari di ricci per pescatore ed inoltre vi è il divieto assoluto del prelievo dell’animale durante i mesi di maggio e giugno proprio per consentirne la riproduzione sotto costa. Inoltre non si possono prelevare dall'ambiente marino ricci di una misura inferiore ai 7 cm di diametro. © Riproduzione riservata