Giovedi 21 settembre 2017 01:50

Omicidio Materazzo, l’assassino è fuggito dal luogo del delitto in tre minuti

09 gennaio 2017



NAPOLI - Tre minuti e venti secondi. Questo il tempo bastato all'assassino di Vittorio Materazzo, l'ingegnere ucciso sotto casa in viale Maria Cristina di Savoia a Napoli, per fuggire dal luogo del delitto, liberarsi degli abiti sporchi del sangue della vittima, di due coltelli e del casco utilizzato per rendersi irriconoscibile e tornare indietro.

Per i magistrati che indagano al caso, il killer conosceva bene la zona riuscendo in un tempo brevissimo a cambiarsi d'abito e ad allontanarsi dal luogo del delitto. Ed è proprio questo uno degli elementi che hanno convinto gli inquirenti ad emettere un mandato di cattura internazionale nei confronti di Luca, il fratello della vittima, sul quale pende un mandato di cattura internazionale.

© Riproduzione riservata