Allarme “banda della scogliera”, lungomare di Napoli sotto tiro dalla baby gang




NAPOLI - Entra in azione dopo il tramonto, agisce in gruppo, adocchia la vittima, la rapinano e nel nulla scompaiono: è "la banda della scogliera" che sta seminando il terrore sul lungomare di Napoli. Una banda di giovanissimi che finora ha messo a segno almeno una decina di colpi denunciati alla polizia, ma c'è da ritenere che le rapine siano molte di più. Dalle testimonianze delle vittime il branco di ragazzini agisce nel tratto che comprende la Villa Comunale e via Partenope, prediligendo soprattutto chi si avvicina alla scogliera. In tre o in quattro seguono la vittima che siano donne, uomini o coppiette, l'aggrediscono alle spalle e dicono di essere armati: questo il modus operandi della baby gang. D'altro canto il fenomeno delle bande di minori che imperversano sul lungomare non è affatto nuovo. La zona compresa tra Mergellina e Santa Lucia è già stata più volte teatro di aggressioni anche gravi, come scontri tra gruppi rivali, oltre che di rapine, ma in questi raid c'è un elemento nuovo, è il fatto che le rapine vengono messe a segno anche nei giorni settimanali e non più nei week-end, lasciando, almeno per questa volta, la questione movida violenta fuori dai giochi. Intanto è caccia alla baby gang. © Riproduzione riservata