Venerdi 22 settembre 2017 22:45

Agguato Ponticelli, ucciso vigile urbano: si indaga sulla sua vita privata




NAPOLI - Si indaga nella vita privata del vigile urbano ucciso ieri sera nel corso di un agguato in via Fratelli Grimm, a Ponticelli. Si vuole fare chiarezza su quello che è stato un omicidio eseguito con modalità camorristiche: ucciso con quattro colpi di pistola all’addome, a distanza ravvicinata. Una dinamica che fa pensare a un regolamento di conti. Il luogotenente prestava servizio all'Ufficio del Giudice di Pace, che ha sede nella Caserma Garibaldi, in via Foria, era incensurato e non risulta legato a nessuno dei clan in lotta sul quartiere. Tuttavia da quanto si è appreso, era in corso un'attività ispettiva interna a suo carico: atti della polizia municipale che non avrebbero avuto alcun riferimento con la sua attività professionale, piuttosto era invece relativa ad una vicenda personale. Insomma si vuole far luce sulle sue frequentazioni e si vuole ricostruire le ultime settimane di vita del vigile urbano. Il riserbo è comunque totale nelle indagini. © Riproduzione riservata