Mamma 25enne stroncata dalla meningite a Napoli, i medici pensavano fosse influenza




NAPOLI - Ancora un caso di meningite a Napoli. Che, stavolta, si è trasformato in tragedia. Ilaria, 25 anni, mamma di una bambina di un anno e mezzo, non ce l'ha fatta. E' morta all'ospedale Cotugno a causa di un edema alla testa causato dalla malattia. La sua vicenda inizia un mese fa quando la ragazza, napoletana ma residente a Sant'Anastasia, viene trasportata dal padre al pronto soccorso del Loreto Mare. Ilaria è pallida, accusa una forte cefalea e senso di oppressione. I medici le riscontrano solo febbre, e la dimettono nella stessa giornata. Lei torna a casa, si mette al caldo, prende i medicinali antinfluenzali, convinta che il malessere in qualche giorno andrà via. Passano due giorni e la giovane finisce in rianimazione. Prima la trasportano a Villa Betania, e da lì - oramai intubata - viene trasferita al Secondo Policlinico. Lì sorge il sospetto che la ragazza sia affetta da meningite e si provvede all'isolamento. Quando i sospetti diventano certezze, Ilaria viene trasferita al Cotugno. Nell'ospedale trascorre gli ultimi ventuno giorni della sua vita, prima della morte. Non c'è stato niente da fare. Quando è arrivata lì, la malattia era in stato avanzato. La bella mamma 25enne, andata via troppo presto, ha trascorso gli ultimi giorni in coma, tenuta in vita dalle macchine. © Riproduzione riservata