Vandalizzata di nuovo la targa per Ciro Esposito, marmo in frantumi e scritte anti-Napoli




ROMA - Vergognoso episodio a Roma, dove la targa in memoria di Ciro Esposito è stata nuovamente vandalizzata. La lapide era stata rimessa al suo posto, in viale Tor di Quinto lì dove il giovane fu mortalmente ferito a colpi di pistola, dopo che alcuni ignoti l'avevano imbrattata con della cornice rossa, ma questa volta si è andati oltre, con un gesto che non lascia spazio a nessun tipo di giustificazione. Questa mattina la targa è stata infatti trovata in frantumi sull'asfalto, la plastica con la stampa della poesia strappata, il vaso di fiori e la pianta gettati a terra. Sugli adesivi Ciro Vive sono inoltre stati sovrapposti quelli con il simbolo dell'As Roma e la frase Odio Napoli. Un gesto inqualificabile e di un'inciviltà senza precedenti, di fronte al quale sembra ormai essersi rassegnata anche la mamma di Ciro, Antonella Leardi: la donna avrebbe infatti chiesto che la prossima targa venga collocata a Scampia, nel quartiere dove Ciro viveva. © Riproduzione riservata