Giovedi 23 novembre 2017 02:56

Legami con il clan egemone di Mugnano, divieto di dimora a Napoli per un consigliere

09 giugno 2017



NAPOLI - Divieto di dimora a Napoli e in provincia per un 44enne consigliere comunale di Mugnano di Napoli indagato per associazione di tipo mafioso e ritenuto parte del clan camorristico degli Amato-Pagano attivo per il controllo degli affari illeciti nell’area a nord del capoluogo campano.

Ad eseguire il provvedimento i carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna. Le investigazioni, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia partenopea, indicano il politico coinvolto sia nella gestione delle estorsioni perpetrate a Mugnano che nei contatti con imprenditori, commercianti ed esponenti delle amministrazioni locali.

In contemporanea, in collaborazione con la Guardia di Finanza è stato eseguito un decreto di sequestro preventivo a carico di altri indagati ritenuti vicino al clan per un valore di circa 5 milioni e 500mila euro. Sigilli a 18 immobili, tra appartamenti, ville e terreni a Mugnano, Quarto e Melito, nonché ad una società di costruzioni con sede legale a Giugliano.

© Riproduzione riservata