Lunedi 25 settembre 2017 02:43

Bimba colpita da un proiettile a Vitulazio, svolta nelle indagini: arrestato un 32enne




CASERTA - Svolta nelle indagini per il ferimento a colpi di pistola di una bambina di tre anni a Vitulazio, in provincia di Caserta. I carabinieri del comando Provinciale di Caserta hanno eseguito un decreto di fermo nei confronti di un 32enne di Bellona per tentato omicidio e porto illegale di arma da fuoco. La piccola è stata ferita ieri da un proiettile alla mano mentre i genitori fuggivano in auto dopo una lite avvenuta in un bar. Il fatto è avvenuto alle quattro del mattino. Il fermo è stato emesso dai pubblici ministeri Vincenzo Quaranta e Valentino Battiloro, coordinati dal procuratore aggiunto Antonio D'Amato. Entro domani è attesa della convalida del giudice per le indagini preliminari. Il decreto di fermo è stato emesso all'esito di una serrata attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. LA RICOSTRUZIONE - Dopo un diverbio, la persona fermata, a bordo di una autovettura aveva inseguito la vettura dei genitori della bambina. Nel corso dell'inseguimento sono stati esplosi diversi colpi di arma da fuoco, uno dei quali, ha colpito la mano della bambina, dopo aver perforato il portellone posteriore della vettura, il sedile posteriore del passeggero ed il seggiolino. Sarebbe stata proprio la presenza del seggiolino a salvare la vita alla piccola. CASUALITA' MIRACOLOSA - Il sopralluogo tecnico sulla vettura ha permesso di verificare la traiettoria balistica del colpo. Solo un caso fortuito ha voluto che i genitori avessero sistemato il seggiolino in posizione perpendicolare al senso di marcia, per far stare più comoda la bambina che durante i fatti dormiva, invece di sistemarlo non nella posizione normale, ovvero con lo schienale appoggiato al sedile posteriore. Tale scelta ha fatto si che il proiettile, che ha perforato in due punti il seggiolino, si sia conficcato nella mano sinistra della piccola e non abbia invece colpito organi vitali. L'altezza del colpo ed i numerosi colpi attraversati, evidenziano come solo per puro caso la condotta criminale non abbia avuto un tragico esito. © Riproduzione riservata