Minorenne sequestrata e palpeggiata a Chiaia da due giovani, è caccia agli aggressori
La vittima sarebbe stata costretta a salire a bordo dell'auto sotto la minaccia di un coltellino

09 dicembre 2016



NAPOLI -  Sarebbe stata avvicinata con una scusa e costretta a salire, sotto la minaccia di un coltellino, a bordo di un'auto. Inizia così il racconto di una minorenne, soccorsa qualche sera fa a Chiaia dagli agenti della volante del commissariato San Ferdinando, ai quali ha raccontato di essere stata sequestrata e aggredita da due giovani. L'episodio è avvenuto in via Ascensione: qui la minore, dopo essere stata avvicinata con una scusa dai suoi aggressori e costretta a salire su un'auto, avrebbe cominciato a subire molestie da uno dei due ragazzi seduto accanto a lei, intento a palpeggiarla nelle parti intime.

La vittima avrebbe allora iniziato ad urlare e a dimenarsi, inducendo i due ragazzi ad accostare l'auto per farla scendere e dileguarsi. Sull'episodio proseguono le indagini dei poliziotti, che stanno vagliando le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza distribuite nella zona ed effettuando accertamenti sugli identikit forniti dalla giovane vittima.

© Riproduzione riservata