Giovedi 23 novembre 2017 12:02

La richiesta del questore Marino: «Leggi più severe sui minorenni»




«Servono leggi più severe, soprattutto quelle sui minorenni». Il questore di Napoli, Guido Marino, ha parlato ai microfoni del Gr1 su Radio Rai. Marino ha commentato l'ondata di violenza, soprattutto giovanile, che sta investendo il capoluogo partenopeo negli ultimi tempi. «Al di là dell’impegno delle forze di polizia e dei pagistrati, serve altro: alludo per esempio alla messa a punto di una normativa che è palesemente sbilanciata a favore di chi commette i reati, soprattutto quando parliamo di minorenni». Per il questore le leggi troppo blande nei confronti dei minorenni che commettono reati sono una criticità che toglie sicurezza ai cittadini più della mancanza di forze dell'ordine sul territorio. Se tale normativa la riteniamo adeguata quando ipertutela il minorenne in quanto tale, teniamocela cosi come è. Il cittadino però si rassicura non solo con la volante in più: forse si sentirebbe altrettanto rassicurato nel sapere che chi delinque va in galera e ci rimane tutto il tempo che deve rimanerci». Il questore è poi intervenuto sulla vicenda del commerciante di Ercolano che ha reagito ad una tentata rapina uccidendo i due aggressori e sul timore che in questo clima possano verificarsi altri casi di questo genere. «Credo che si debba considerare un episodio isolato oltretutto neanche inquadrabile come un tentativo di farsi giustizia da sé. La reazione che comunque auspico da parte dei cittadini è di ben altro tipo, la reazione cioè all'idea che quattro deficienti possano tenere in scacco un rione di Napoli», ha concluso. © Riproduzione riservata