Domenica 20 agosto 2017 21:18

Pescatori dispersi in mare nel golfo di Napoli, proseguono le ricerche. «Impegnate tutte le risorse della direzione marittima della Campania»




NAPOLI - Proseguono senza sosta le ricerche dei due pescatori amatoriali dispersi nelle acque del golfo di Napoli dal pomeriggio dello scorso 8 dicembre 2015. I due erano usciti per mare, come d'abitudine, dal Borgo Marinari intorno alle 05:30, avevano noleggiato un gozzo di 5 metri con motore fuoribordo da sei cavalli per andare a pescare e portare a casa per ora di pranzo del buon pesce fresco da mettere in tavola. Da quel momento non si hanno più notizie e le famiglie dei due uomini sono sprofondate nell'angoscia chiedendo costantemente di non abbandonare le ricerche. E così è, le ricerche continuano da parte della Capitaneria di Porto che palmo a palmo setaccia ogni specchio d'acqua. Come comunicato dalla stessa Capitaneria «Le ricerche si stanno svolgendo con l’impiego di tutte le risorse a disposizione della direzione marittima della Campania. Le unità della Guardia Costiera e delle altre amministrazioni intervenute, coordinate dal IV Mrsc della Campania stanno operando in modo capillare nelle ricerche delle due persone finora disperse e dell’unità a bordo del quale si trovavano, nelle zone di mare comprese nel golfo di Napoli, la penisola sorrentina, le isole e la costiera amalfitana. In particolare sono impegnate nelle ricerche le motovedette Classe 800 (CP829 - CP807 - CP858) istituzionalmente dedicate alla ricerca e soccorso in mare e le altre motovedette della Guardia Costiera (CP550 - CP542 - CP557 - CP711) nonché una motovedetta della Guardia di Finanza V2033 utilizzate allo scopo con specifici ordini di impiego. Le ricerche si stanno svolgendo altresì con il supporto del velivolo "Mantia 1003" della Guardia Costiera, dotato di un sistema di gestione di missione Atos (Airborne tactical observation and surveillance system) e di sofisticati sistemi di navigazione e comunicazione, che comprendono, tra l’altro, un radar multimodale, una torretta elettro-ottica/IR con sensore infrarosso, telecamere a colori e monocrome, Ais (Automatic identification system), Df (Direction finder) e sistemi di registrazione video». © Riproduzione riservata