Martedi 22 agosto 2017 11:12

Napoli. Tragedia al Monaldi, muore per l’indisponibilità della sala operatoria




NAPOLI - La poca organizzazione del sistema sanitario in Campania miete un'altra vittima. Ieri mattina, all'ospedale Monaldi, una donna di 42 anni è morta. Si è spenta nel reparto di rianimazione, dopo aver atteso tutta la notte la disponibilità di una sala operatoria per intervenire sul suo cuore, colpito da una miocardite acuta. Le due sale, però, erano entrambe impegnate in due interventi altrettanto difficili e la vittima di questo ennesimo episodio di malasanità è finita alle 9 del mattino, dopo essere arrivata in condizioni critiche alle 3 dall'ospedale San Paolo. L'ambulanza l'aveva trasportata al Monaldi dopo che altre strutture, pubbliche e private, avevano rifiutato il ricovero. Ora le sue cartelle cliniche sono state acquisite dai carabinieri del reparto Nas e sono scattate le denunce. Il primario del reparto di cardiologia del Monaldi Gianantonio Nappi, contattato da Il Mattino, ha ammesso l'indisponibilità delle sale operatorie ma ha posto anche una domanda che deve far riflettere: «È possibile che tutte le altre Cardiochirurgie erano indisponibili? Sono stati contattati gli altri centri?». © Riproduzione riservata