Venerdi 24 novembre 2017 10:04

Napoli, che degrado i bagni pubblici in piazza Carlo III
L'associazione Napoli in Sinergia ha denunciato le condizioni di degrado in cui versano i bagni pubblici di piazza Carlo III

12 aprile 2017



NAPOLI - Una brutta scena per i turisti e i residenti. I bagni pubblici di piazza Carlo III versano in condizioni di assoluto degrado. Installati nell'area verde a centro della piazza, hanno funzionato con alterne fortune, prima della definitiva vandalizzazione che li ha resi inservibili. Da qualche giorno a questa parte, dinanzi al maestoso Albergo dei Poveri di Ferdinando Fuga, c'è una pozzanghera putrescente e maleodorante. La situazione del bagno pubblico è stata denunciata su facebook dall'associazione Napoli in Sinergia che focalizza l'attenzione sul palese «pericolo sanitario, ambientale e più in generale per la salute pubblica».

I bagni pubblici costano 130mila euro l'anno al Comune di Napoli

Il Wc pubblico di piazza Carlo III è uno dei cinque presenti in città. Gli altri si trovano in piazza Cavour, parco Virgiliano, sala Santa Chiara, piazza Trieste e Trento. Di questi solo gli ultimi tre sono in funzione. Tutti richiedono interventi di manutenzione straordinaria, secondo quanto riferito dal responsabile della direzione centrale Cultura Massimo Pacifico in una riunione di commissione dello scorso febbraio. Attualmente il Comune di Napoli spende circa 130 mila euro per manutenere i bagni pubblici ma, a quanto pare, l'ingente cifra spesa non corrisponde ad un'effettiva utilità delle strutture per turisti e napoletani. L'idea dell'amministrazione è di crearne altri ma la speranza è che si riescano a tenere in funzione quelli esistenti, garantendone il decoro.

© Riproduzione riservata