Martedi 16 ottobre 2018 18:56

Rifiuti, sequestrata a Caivano un’area di 20mila metri quadri ridotta a discarica di scarti pericolosi


CAIVANO (NA) -  Gli agenti della polizia della Città metropolitana di Napoli hanno sequestrato, nel territorio del Comune di Caivano, in provincia di Napoli, un'area di circa 20mila metri quadri ridotta a discarica di rifiuti pericolosi e amianto.

Due i capannoni di circa 4mila metri quadrati all'interno dell'area: in quello prospiciente la strada, come reso noto dagli agenti, sono trovati rifiuti misti contenenti amianto e scarti di lavorazione mentre nell'altro tratto di strada sono stati rinvenuti circa 20mila metri cubi di scorie derivanti dai processi di fusione dell'alluminio. La copertura di quest'ultimo fabbricato, pari per l'appunto a circa 3.500 metri quadrati, sarebbe costituita interamente da amianto in cattivo stato manutentivo, scheggiato e quindi pericoloso per la salute.

Al vaglio degli inquirenti è l'ipotesi di disastro ambientale.

© Riproduzione riservata