Giovedi 24 agosto 2017 04:52

Rischio vulcanico, presentato il piano di evacuazione per la zona rossa del Vesuvio




NAPOLI - La Regione Campania, in collaborazione con l'Agenzia campana per la mobilità sostenibile, hanno presentato gli ultimi aggiornamenti nell'ambito della pianificazione per l'allontanamento dei residenti dalla zona rossa del territorio vesuviano, e delle relative aree di incontro.

In particolare, i due enti hanno proceduto ha riperimetrare la zona rossa, aggiornando i gemellaggi fra i Comuni che ricadono al suo interno e le relative regioni e province che accoglieranno gli sfollati.

Il piano - tuttora in fase di elaborazione - prevederà inoltre quattro livelli di allerta, che serviranno a stabilire quando sarà il momento per dare inizio alle operazioni di allontanamento. Si parte dal livello base - che è praticamente sovrapponibile all'assenza di pericolo - e da quello di attenzione, ai quali vengono fatti seguire quelli di preallarme allarme.

gemellaggi comuni zona rossa regioniQuesti ultimi due denotano due casi specifici: il primo, stabilirà l'evacuazione di persone ricoverate in ospedali e case di cura e dei detenuti, disponendo la messa in sicurezza dei beni materiali. In questa fase, tutti coloro che dispongono di una seconda abitazione  in zone sicure potranno procedere autonomamente a mobilitarsi per raggiungerla. Per quanto riguarda la fase di allarme, che rappresenta il culmine del livello di allerta, tutte le persone residenti nella zona rossa avranno 72 ore per lasciare la proprie abitazioni - con mezzi propri, o seguendo le procedure di allontanamento. Nella tabella di fianco sono segnate le destinazioni relative ad ogni comune coinvolto nel piano di evacuazione.

Come sarà possibile allontanarsi per tutti coloro che non dispongono di mezzi propri? È presto detto, per ogni Comune che ricade nella zona rossa è disposta un'area di attesa - stabilita in base al piano comunale di protezione civile - presso la quale si riuniranno tutti i residenti non auto-muniti, che saranno trasportati a cura del sistema di protezione civile prima verso le aree di incontro - disposte dalla Regione Campania - e, successivamente, presso i punti di prima accoglienza e, infine, nelle relative le strutture di accoglienza - che saranno stabiliti dalla regione che ospita.

allontanamento assistitoaree di incontro

Nelle tabelle a destra - cliccare per ingrandire ndr. - è possibile consultare le aree di incontro dei relativi comuni per coloro che usufruiranno dei propri mezzi per allontanarsi dalla zona rossa e le aree di incontro per chi, invece, usufruirà dell'allontanamento assistito.

Sono in tutto 25 i Comuni coinvolti nel piano di evacuazione in redazione presso la Regione Campania, che vedrebbe coinvolte un totale di 670mila persone, delle quali solo poco più della metà risulta munita di propri mezzi di locomozione (380mila circa), che dovranno allontanarsi tutte per via stradale. Un problema, quest'ultimo, che la Regione starebbe tentando di aggirare, per limitare un eccessivo traffico stradale che potrebbe provocare non poco panico, promuovendo il trasporto marittimo e su ferro per le destinazioni più lontane, verso le quali risulterebbe anche maggiormente difficile organizzare un trasporto pubblico su gomma adeguato.

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nella conferenza stampa di oggi ha anche tenuto a sottolineare l'enorme dispiego di mezzi pubblici destinati al trasporto di coloro che non dispongono di propri mezzi. Un'operazione che si svolgerebbe nel minor tempo possibile: «Siamo arrivati allo step conclusivo per la messa a punto del piano di evacuazione nell'area del Vesuvio per la cosiddetta zona rossa. Il progetto prevede lo spostamento di 700 mila persone in 72 ore attraverso l'impiego di 500 pulman, 220 treni».

Per quanto riguarda il piano di evacuazione dell'Area Flegrea, invece, gli aggiornamenti sono ancora in corso, data la complessità della situazione, che vedrebbe coinvolta 550 mila abitanti nella zona rossa, 375 mila dei quali sono residenti a Napoli.

© Riproduzione riservata