Mercoledi 20 settembre 2017 11:26

Traffico di armi e mercenari, scoperto coinvolgimento dei Casalesi




NAPOLI - Perquisizioni sono in corso da parte del Gico della Guardia di Finanza di Venezia su un traffico di armi destinate a Paesi africani dove sono in corso conflitti in cui vige l’embargo e l'arruolamento di mercenari. Nell'inchiesta della Dda di Napoli si contesta l'associazione finalizzata al traffico internazionale di armi e al reclutamento di mercenari. Dalle indagini, infatti, sarebbe emerso il coinvolgimento della camorra, in particolare il clan dei Casalesi e contatti con ambienti del terrorismo internazionale. In particolare è emerso che un gruppo di faccendieri si sarebbe rivolto alla cosca campana per ottenere armi. Nel corso delle perquisizioni, che interessano diverse regioni, dal nord al sud d'Italia, i militari della Guardia di Finanza hanno rinvenuto documenti definiti interessanti, che riguardano armamenti militari. Tra i Paesi che ricevevano le armi, il Sudan e la Somalia. Il traffico riguarda in particolare la vendita di componenti di aerei, elicotteri e fucili mitragliatori. © Riproduzione riservata