Lunedi 20 novembre 2017 22:16

Spiagge, ottenere 20 anni di concessione demaniale: il convegno di Assobalneari




NAPOLI - Può durare fino a venti anni una concessione balneare sulle spiagge demaniali: la Commissione Europea per le petizioni ha così accolto quella presentata su proposta del presidente regionale arch. Antonio Cécoro, dalla Federazione nazionale balneari. La Commissione Europea ha dichiarato che «La durata della concessione può essere determinata caso per caso in ragione degli investimenti che si intendono effettuare» e che per la legislazione europea «a durata della concessione non rappresenta un problema non essendoci sostanzialmente limiti precostituiti». Ma come fare per ottenere concessione pluriennali? E' questo il tema che sarà affrontato venerdì 13 novembre alle ore 15:00 nella sala del lido “I Delfini” di Pinetamare, a Castel Volturno, dove Assobalneari Campania ha convocato i titolari degli stabilimenti balneari per informarli su cosa fare per mettersi al sicuro. Il provvedimento è risultato "indigesto" alle burocrazie che non veder applicata la legge n.296 del 2006 che sancisce "le concessioni demaniali marittime ad uso turistico-ricreativo possono avere durata superiore a sei anni e comunque fino a venti anni, in ragione dell’entità e della rilevanza economica delle opere da realizzare" così gli fu subito opposta una pretesa di incompatibilità con la normativa europea. Ma la risposta europea alla petizione di Assobalneari mostra con chiarezza che l'incompatibilità non sussiste. L’incontro di domani servirà proprio per chiarire ai titolari di imprese balneari quali progetti e documenti devono predisporre e quali procedimenti vanno predisposti per presentare le istanze onde ottenere, in relazione agli investimenti già effettuati e quelli nuovi da realizzare, un congruo periodo di ammortamento, ossia gli anni di concessione demaniale. © Riproduzione riservata